ASSALTO ALLA GIUSTIZIA

Codice prodotto -
ISBN 9788889533659
Categoria Varia
Marca MELAMPO EDITORE SRL

Segnala ad un amico

Altre domande ?

Silvio Berlusconi non è più capo del governo ma le tossine sparse nella società italiana in questi anni resteranno a lungo. Folto è il catalogo degli epiteti scagliati sui magistrati più rigorosi: golpisti malati di mente eversivi cancro da estirpare. Fino ai manifesti elettorali che intimavano "fuori le Br dalle procure". Ma più grave è stato l'impegno del parlamento nel difendere interessi particolari attraverso iniziative vestite da riforme "epocali" della giustizia: il processo prima "breve" e poi "lungo" la "prescrizione breve" la separazione delle carriere. Obiettivo: ridurre l'indipendenza della magistratura consegnare al potere politico il controllo delle indagini. Un "sabotaggio istituzionale" che Caselli documenta con passione in queste pagine. Avvertendo che il problema della legalità in Italia non è nato con Berlusconi e non si esaurisce con la sua vicenda politica. Lo spiega con la consapevolezza di chi di volta in volta si è sentito accusare di essere il "servo sciocco di Dalla Chiesa" contro il terrorismo "comunista" e "toga rossa" contro la mafia o addirittura "mafioso" contro le bombe carta delle frange estremiste in Val di Susa. Perché in Italia la pretesa di non subire il rigore delle leggi è diffusa e resistente. Eppure ci ricorda l'autore la legalità costituzionale è inseparabile dalla democrazia. E spetta agli uomini liberi difenderla.

Autore:  Gian Carlo Caselli
Data di pubblicazione:  01/12/2011
Pagine:  160

Gli utenti registrati possono condividere la loro esperienza avuta con questo prodotto/servizio. Registrati per accedere a tutti i benefici riservati agli utenti registrati o clicca su login se sei già registrato.